x

Prenotazione Biglietti Musei Roma

Roma tour guidati più richiesti

Roma DA NON PERDERE

Tour Privati Roma

Eventi Speciali Roma


0 articoli nel tuo carrello

Piazza di Spagna Roma

 

Se desiderate prenotare un tour del centro di Roma per visitare le più belle piazze e fontane del periodo barocco con una guida esperta, vi preghiamo di contattare il nostro ufficio prenotazioni al numero 0552670402 oppure scrivere una email a info@ticketsrome.com

Oppure cliccate QUI

Piazza di Spagna è una delle piazze più famose di Roma. Il suo nome deriva dal Palazzo di Spagna, sede dell’ambasciata iberica.

La piazza si trova sotto la collina del Pincio e una scalinata conduce direttamente alla chiesa francescana di Trinità dei Monti, costruita nel ‘500 e poi ristrutturata nell’800. La chiesa venne consacrata da Papa Sisto V nel 1587e ospita al suo interno l’opera della Deposizione di Daniele da Volterra, seguace di Michelangelo.

Da Piazza di Spagna è possibile raggiungere alcune delle vie più importanti della capitale come Via Condotti dove si trovano i negozi delle marche di moda più prestigiose, via Margutta che un tempo era il quartiere dove risiedevano gli artisti, specialmente i pittori e via del Babuino che unisce direttamente Piazza di Spagna con Piazza del Popolo.

trinita-dei-monti
A destra della piazza troviamo quella che è stata la residenza dello scrittore inglese John Keats, che oggi è diventata un museo dedicato alla sua memoria e alle sue opere.
Al centro della piazza sorge la Fontana della Barcaccia, progettata da Pietro Bernini e realizzata probabilmente dal figlio Gianlorenzo. La fontana ricorda un reale fatto storico avvenuto nel 1598: durante un alluvione che colpì Roma, le barcacce (imbarcazioni del tempo) riuscirono ad attraversare il Tevere e ad arrivare nel punto in cui si erge la fontana. Sulla barca si notano i riferimenti a Papa Urbano VIII e alcuni stemmi appartenenti alla famiglia Barberini, come il sole e le api.

La fontana è costruita in una piscina di forma ovale. La barca rappresentata ha la poppa e la prua identiche con due bocche che versano acqua a ventaglio mentre al centro sgorga in verticale da una vaschetta più piccola. La fontana ha anche una lettura sacra: l’acqua che fluisce dagli stemmi papali riconosce il papa come il conciliatore fra cielo e terra. Oltre a questo, l’acqua è capace di spegnere il fuoco e quindi simboleggia l’intenzione della chiesa di portare la pace in un territorio svonvolto dalle guerre.
Al lato della piazza troviamo il Palazzo della Propaganda Fide che appartiene alla Città del Vaticano anche se si trova al di fuori delle mura dello Stato del Vaticano.

L’edificio è la sede del collegio gesuita della Santa Sede fondato da Gregorio XV in un periodo particolare della storia del cristianesimo: il primo incarico dell’edificio era quello di diffondere la religione dove ancora non aveva seguaci e dove l’eresia aveva messo in discussione la veridicità della fede. Il primo architetto incaricato di progettare il palazzo fu Gianlorenzo Bernini, ma il Papa Innocenzo X cedette l’incarico a Francesco Borromini che presentò una visione dell’edificio più in linea con il pensiero papale.

La facciata di Borromini ha le finestre laterali curvate verso l’interno e quelle centrali verso l’esterno, la struttura è poi sorretta da pilastri. Questo edificio viene considerato una delle maggiori rappresentazioni dell’arte barocca romana.
Il termine latino “Propaganda Fide” è stato sostituito per volere del Papa Giovanni Paolo II in “evangelizzazione del popolo” con il fine di rendere più comprensibile il suo scopo. Purtroppo, oggi, l’accesso al Palazzo non è consentito.

La Piazza è ornata anche dalla Colonna dell’Immacolata Concezione risalente all’epoca di Roma Antica e ritrovata nel 1777 durante alcuni scavi archeologici nel monastero di Santa Maria della Concezione. Fu spostata in Piazza di Spagna nel 1857 per volere di Papa Pio IX per celebrare il dogma dell’immacolata concezione. La colonna supera i 29 metri di altezza e poggia su una base a forma ottagonale ornata ai lati con statue dei profeti Mosè, David, Isaia e Ezechiele. All’estremità è posta la statua bronzea della Vergine. Ogni anno, durante la festa dell’Immacolata, una squadra di vigili del fuoco risale la colonna e depone tra le braccia della Vergine una ghirlanda di fiori, tutto ciò in presenza del Santo Padre.

L’ultimo edificio che abbellisce Piazza di Spagna è il Palazzo dell’Ambasciata di Spagna di proprietà inizialmente dei baroni Monaldeschi e in seguito acquistato dal popolo spagnolo. Nel corso degli anni furono apportate svariate modifiche da parte di scultori come Antonio del Grande in collaborazione con Francesco Borromini. Quest’ultimo, però, non partecipò attivamente ai lavori di ristrutturazione perché occupato con altre commissioni importanti.

Infondo al cortile venne costruita una fontana che ne sostituì una troppo rovinata, la fontana si trova in una grande nicchia con una cupola a forma di conchiglia dove l’acqua fuoriesce in tre piccole vasche semicircolari prima di gettarsi in quella principale.
Piazza di Spagna è una delle tappe del famoso film “Vacanze romane” con protagonisti Audrey Hepburn e Gregory Peck. Il regista, William Wyler, teneva molto in considerazione il parere degli spettatori, infatti nelle scene girate all’aperto, gli attori erano spesso assistiti da migliaia di romani. In base alla reazione delle persone, il regista valutava se la scena era accettabile o se c’era necessità di rifarla.

Senza dubbio, la cosa che più salta all’occhio è l’eleganza di Piazza di Spagna. I palazzi color ocra, la bellezza della fontana del Bernini e la scalinata evocano un senso di raffinatezza; non a caso, gli stilisti di maggior successo e prestigio come Valentino, Bulgari e Gucci l’hanno scelta come sede del loro atelier Romano. Nei mesi primaverili, Piazza di Spagna viene ornata con vari tipi di fiori sprigionando un senso di vivacità nel pieno centro di Roma con una grande attenzione ai colori.
La piazza è stata protagonista non solo nel mondo della cinematografia ma anche in quello della moda. Dal 1986 è stata utilizzata come location per la sfilata “donna sotto le stelle” dove hanno sfilato le più importanti e famose modelle del mondo con i capi disegnati dai più conosciuti stilisti italiani e internazionali. L’ultima sfilata si è tenuta nel 2003.
Piazza di Spagna viene anche citata nella poesia di Cesare Pavese intitolata “passerò da Piazza di Spagna”. Il testo è totalmente riportato su una targa posta vicino alla sala da tè Babington’s.

 



SERVIZIO CLIENTI

Prenotazione Biglietti Musei Roma

Roma tour guidati più richiesti

Roma DA NON PERDERE

Tour Privati Roma

Eventi Speciali Roma

Cose da Vedere