x

Prenotazione Biglietti Musei Roma

Roma tour guidati più richiesti

Roma DA NON PERDERE

Tour Privati Roma

Eventi Speciali Roma


0 articoli nel tuo carrello

La Colonna Traiana a Roma

Per prenotare un tour con guida per ammirare la Colonna Traiana a Roma e l'area archeologica dei Fori Imperiali, vi preghiamo di contattare il nostro ufficio prenotazioni al numero 055/2670402 oppure scrivere a info@ticketsrome.com

Percorrendo la via dei Fori Imperiali si innalza la grande e maestosa Colonna Traiana, eretta nel 113 dC, al centro del cortile delle due biblioteche del Foro di Traiano per celebrare la conquista della Dacia da parte dell’imperatore romano Traiano nelle campagne dal 101 al 106 dC. Era collocata in un cortile alle spalle della Basilica Ulpia, considerata la più grande basilica di Roma al momento della sua costruzione, inserita nel complesso del Foro di Traiano e intitolata alla sua famiglia. La colonna aveva il compito non solo di celebrare la vittoria sulla Dacia, ma anche di conservare al suo interno le ceneri dell’imperatore. Traiano nacque nel 53 in terra spagnola. Passerà alla storia come il più grande imperatore di Roma grazie alla sua umiltà verso il popolo. Grazie a lui, Roma conoscerà una grande rinascita economica e amministrativa.

Columna Trajano roma

 
Importanti le vittoriose imprese belliche, come la battaglia per la conquista della Dacia, combattuta per la grande ricchezza territoriale delle zone danubiane.

Alla sommità del fusto troviamo la statua in bronzo di San Pietro restaurata da Domenico Fontana e racchiusa da un muro di recinzione. La statua fu posta nel 1588 per volere del Papa Sisto V in sostituzione alla statua di Traiano, scomparsa in età medioevale. La Colonna rimase sempre eretta nonostante la rovina degli edifici che componevano il complesso Traiano e le fu attribuita grande importanza: nel 1162 un documento del Senato medievale ne proibiva il danneggiamento stabilendone la proprietà pubblica. 
Il basamento è ornato su tre lati da cataste d’armi a basso rilievo, agli angoli del piedistallo troviamo quattro aquile che sorreggono una ghirlanda di alloro. Il fregio si ripropone sul fusto della colonna per circa 23 volte, come se fosse un rotolo di papiro, raffigurante circa 2500 figure. Secondo il parere di un famoso storico e archeologo francese, Reinach, il rilievo si può dividere in 114 riquadri di larghezza uguale, dove vengono raffigurati gli avvenimenti della prima campagna che va dal 101 al 102 e la seconda campagna dacica del 105-106 con al centro la figura allegorica di Vittoria (la Dea appunto della Vittoria).

Seguendo la  tradizione della pittura trionfale vengono rappresentate non solo le scene salienti delle battaglie, ma anche scene di vita quotidiana come la marcia e i trasferimenti delle truppe, le costruzioni degli accampamenti oppure avvenimenti importanti nel campo politico come le sottomissioni, la cattura dei nemici. A queste bisogna senz’altro aggiungere le scene di tipo propagandistico come la tortura dei prigionieri romani da parte delle truppe dei Daci. Le scene sono verosimili e caratterizzate dalla presenza di rocce, alberi e costruzioni e proprio per questo gli episodi sembrano essere ben scolpiti nella mente dell’artista e riferiti a episodi realistici piuttosto che generiche rappresentazioni. Non mancano le notazioni della mietitura del grano per alludere all’estate. Svolgono un ruolo importante tutti quei dettagli capaci di ricreare allo spettatore il momento e il luogo di ciascun avvenimento, seguendo una schema chiaro e didascalico. La figura di Traiano è raffigurata ben 59 volte e si nota dagli sguardi di altri personaggi su di lui, nell’atto di parlare con i suoi soldati, nel guidare le truppe e nell’esecuzione dei nemici.

Il vero protagonista della colonna è senza dubbio il valore dell’esercito romano. Si alternano fra loro atti drammatici, festosi e cerimoniali.  Le sculture sono attribuibili ad un unico scultore chiamato dagli studiosi “Maestro delle imprese di Traiano” per alcuni identificato in Apollodoro di Damasco, l’architetto a cui si debe tra l’altro la realizzazione del Foro Traiano.

La Colonna è divisibile in tre parti distinte ovvero la parte inferiore che racchiude il basamento di forma cubica che accoglie le spoglie dell’imperatore e della moglie Plotina.La parte centrale della colonna, composta da diversi blocchi cilindrici chiamati “rocchi” e la sommità dove era posta la statua di Traiano. La bellezza della colonna è senza dubbio data dalle scene scolpite in bassorilievo leggibili dal basso verso l’alto e da sinistra verso destra, un tempo interamente dipinte e colorate con colori vivaci. Si deve girare intorno per circa 23 volte per poter completare la visione di tutte le scene rappresentate.

Per prenotare un tour con guida per ammirare la Colonna Traiana a Roma e l'area archeologica dei Fori Imperiali, vi preghiamo di contattare il nostro ufficio prenotazioni al numero 055/2670402 oppure scrivere a info@ticketsrome.com



SERVIZIO CLIENTI

Prenotazione Biglietti Musei Roma

Roma tour guidati più richiesti

Roma DA NON PERDERE

Tour Privati Roma

Eventi Speciali Roma

Cose da Vedere